mercoledì 10 aprile 2013

PUGLIA dal Salento al Gargano, tra terra e mare

dal 12 al 16 Giugno 2013
Itinerario di km 961 in 5 giorni/4 notti

Imperdibile occasione per scoprire la Puglia, un angolo di terra che guarda il Mare Adriatico a Est e lo Ionio a Ovest, depositario di una cultura antichissima, frutto di una tradizione millenaria tra Oriente e Occidente, un panorama unico creato dagli scenari mozzafiato delle scogliere che si gettano a capofitto sul mare cristallino e dall’entroterra regno dell’ulivo e della vite, autentici sovrani della cultura salentina che hanno ormai conquistato le tavole di tutto il mondo.  



                                          Programma di viaggio


>> Mercoledì 12 Giugno: arrivo a Lecce
Ritrovo dei partecipanti a Lecce presso l’Hotel Leone di Messapia, in posizione strategica sulla tangenziale, a pochi minuti dal centro di Lecce, capoluogo salentino scolpito nella pietra e conosciuto nel mondo come la “Firenze del Barocco”. Cena e pernottamento presso l’hotel Leone di Messapia (www.leonedimessapia.it)



>> Giovedì 13 Giugno:  Lecce/Gallipoli/Torre San Giovanni/Santa Maria di Leuca/Lecce - km 205
La mattinata sarà dedicata alla visita della città, con la sua splendida Piazza del Duomo, il fulcro della vita religiosa di Lecce, la Basilica di Santa Croce, l’Anfiteatro Romano, la cui costruzione risale al II secolo d.c. e Piazza Sant'Oronzo, la piazza principale dalla caratteristica pavimentazione a mosaico dove è rappresentato lo stemma della città, dal 1656 intitolata al Santo patrono della città, a cui è anche dedicata la statua che si erge sulla colonna posta al centro della piazza e che lo raffigura nell'atto di benedire la città. Alla fine della visita, ci dirigiamo verso la costa. Attraverseremo Soleto, con la sua spettacolare guglia del campanile alta quasi 40m e con forme quasi irreali. La costa è ormai a vista, arriveremo nel piccolo centro di Santa Caterina, per poi spingerci verso sud, dove Gallipoli domina il paesaggio. Kallè Polis, la città bella dei greci, con il suggestivo nucleo della città vecchia: sia i bastioni che cingono la parte antica, che il suo castello, ricordano la storia della città, fatta d’assedi e battaglie con diversi protagonisti: i Vandali nel V secolo, i Turchi nel 1481, i veneziani nel 1484. Proseguiamo lungo il litorale, punteggiato da torri d’avvistamento cinquecentesche che danno il nome alle varie località balneari. La più famosa fra questa è probabilmente Torre San Giovanni, che con la sua “torre scacchiera”, domina un mare se possibile, ancora più cristallino. Da Santa Maria di Leuca, inizia il tratto più “motociclistico” della giornata, con il paesaggio completamente dominante, con selvagge scogliere, splendide calette, come quella di Porto Badisco che ogni tanto si aprono alla vista. 
Rapida ma entusiasmante visita ad Otranto prima di rientrate verso Lecce. La sera dall’hotel, trasferimento in navetta al centro di Lecce dove la cucina casareccia del ristorante “Le Zie” ci offrirà piatti esaltanti, tipici della tradizione culinaria salentina. Pernottamento in Hotel Leone di Messapia. (www.leonedimessapia.it)


>>  Venerdì 14 Giugno: Lecce/Manduria/Alberobello/Gravina di Puglia – km 257
In sella alle moto, destinazione Gravina di Puglia, splendida città contesa tra Puglia e Basilicata. Partenza da Lecce per raggiungere il Consorzio vini produttori a Manduria, 900 ettari di vigneti culla dei “Maestri del Primitivo”, Monica ci accoglierà per una visita alla scoperta della produzione di questo nettare frutto di un’antichissima tradizione, che avrà come epilogo una degustazione con prodotti tipici. Il nostro viaggio prosegue tra strade panoramiche per far tappa nella rinomata Alberobello, con i suoi ormai celeberrimi "trulli" disposti in un agglomerato urbano suddiviso in due rioni: Monti e Aia Piccola, entrambi Monumenti nazionali e da Dicembre 1996 riconosciuti dall'U.N.E.S.C.O. Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il meraviglioso centro urbano, unico al mondo, che oggi tutti vengono ad ammirare. L’arrivo di giornata sarà a Gravina di Puglia. La città, sede del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, è un centro antico con vie tortuose e intricate, case medievali con balconi su mensole, i ruderi del Castello Svevo (fatto costruire da Federico II di Svevia), la Basilica Cattedrale e il Ponte Viadotto del ‘700 che collega le due sponde del torrente Gravina. Cena e pernottamento presso la “Masseria Protomastro” (www.protomastro.it).


>> Sabato 15 Giugno: Gravina di Puglia/Castel del Monte/Monte Sant’Angelo – km 309

Il nostro penultimo giorno di viaggio inizierà in mattinata in direzione Castel del Monte, storico edificio a pianta ettagonale che risale al XIII secolo e fu ideato e costruito dall'imperatore Federico II di Svevia non a scopi militari, ma come luogo di dimora dell’imperatore e della sua corte durante le partite di caccia  nell'attuale frazione omonima del comune di Andria, vicino a Santa Maria del Monte a 18 km dalla città. Il castello è situato su una collina della catena delle Murge occidentali, a 540 metri sul livello del mare. E’ stato inserito nell'elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCU nel 1996. Proseguiremo nel primo pomeriggio verso il Parco Nazionale del Gargano, attraversando le saline di Margherita di Savoia, un ambiente suggestivo, fatto dalle vasche evaporanti e dagli enormi cumuli di sale, ben visibili anche a distanza mentre si percorre la litoranea e che occupano quasi la totalità delle intere saline. 
Qui lungo 20 Km di costa, su una profondità di 4, fin dal III Secolo a.C. si estrae il sale ed oggi gli impianti coprono 4000 ettari, quasi metà del territorio del comune, un luogo che prese il nome dalla prima Regina che i Savoia “regalarono” all’Italia. Siamo in dirittura d’arrivo, il comune più alto del Gargano, Monte Sant’Angelo, celebre per il santuario di San Michele Arcangelo (patrimonio UNESCO dal 2011), meta di pellegrinaggi dei fedeli cristiani sin dal VI secolo, ci attende. Il paese si erge sulla cresta meridionale del Promontorio del Gargano, a oltre 800 metri d’altezza; ad ovest domina il Tavoliere delle Puglie e a sud il Golfo di Manfredonia. Nelle giornate limpide la visuale spazia talmente da abbracciare buona parte del Tavoliere e decine di chilometri di costa, dalle spiagge immediatamente a ridosso di Mattinata a Manfredonia, e poi giù, oltre il Golfo fino a Barletta. Dopo aver preso sistemazione in hotel ci aspetta una visita guidata al centro storico. Cena al “Ristorante Medioevo”, a base di prodotti tipici, e pernottamento presso l’Hotel “San Michele Palace” (www.sanmichelepalace.it).



>> Domenica 16 Giugno: Gargano/Vieste/Peschici/Torino di Sangro – km 190
Il nostro ultimo giorno di viaggio si concluderà con un programma breve ma affascinante che ci permetterà di continuare la guida sulle splendide strade di questo fantastico promontorio, concedendo le nostre attenzioni alla sua parte settentrionale ed alla zona dei laghi di Lesina. Il Parco Naturale del Gargano offre agli occhi del visitatore una varietà di habitat differenti e biodiversità da lasciare senza fiato. Il motivo risale alla conformazione morfologica dello "sperone d'Italia" e alla sua storia. Quando cominciarono ad emergere gli Appennini il Gargano non c'era ancora, o meglio era solo un'isola, separata dal continente. Solo più tardi il promontorio si sarebbe congiunto alla terra ferma formando l'inconfondibile forma da cui il soprannome. Prima di congedare il gruppo andremo a far tappa presso le “Cantine Mucci” in Abruzzo, affermati produttori di vini di qualità con una tradizione centenaria alle spalle, dove gli amici Elisa e Maurizio ci ospiteranno in azienda per una visita degli impianti e la solita, per noi ormai abituati a tanta ospitalità, sorprendente degustazione accompagnata da prodotti tipici della zona.

>> Principali luoghi:
Consorzio vini produttori Manduria.  L’avventura del Consorzio, ha inizio nel 1928 quando, un ristretto gruppo di “illuminati” vignaioli rilevando un vecchio stabilimento, creò la “Federazione Vini”, un’associazione di produttori che quattro anni più tardi, nel 1932 ufficializzerà la sua forma giuridica di cooperativa con l’istituzione del “Consorzio Produttori Vini e Mosti rossi superiori da taglio per la zona di Manduria”. Il Consorzio Produttori Vini dispone oggi di 900 ettari di vigna, più della metà ancora allevata con il tradizionale sistema ad alberello e difende strenuamente il lavoro di 400 piccoli artigiani del vino. Ma come ogni grande vino che si rispetti anche il Primitivo di Manduria doc aveva bisogno di essere raccontato, vissuto, celebrato, in sostanza di una identità precisa, inequivocabile ed è su questo punto che il Consorzio ha investito risorse ed energie facendone la sua arma vincente. Ciò ha portato all’allestimento, nell’ala più antica e nelle ipogee cisterne della cantina di un ricco Museo di rilevanza etnografica e documentaria riguardo il millenario rapporto tra le genti di Manduria e l’arte di far vino, inoltre dal 2003 ad editare una rivista “Alceo salentino” che trattando in maniera variegata ed innovativa di temi di cultura enoica e territorio ha saputo ben presto conquistare i favori di un vasto pubblico.

>> Sponsor:
Cantine Mucci www.cantinemucci.com  E’ dal lontano 1895 che è scritto nel DNA della famiglia Mucci la passione per la coltivazione delle vite e la vinificazione. Numerose etichette DOC e IGT, tra queste il S. Stefano Montepulciano 2009 medaglia d'oro al concorso internazionale di Bruxelles 2011.
C.da vallone di Nanni, 65, 66020 Torino di Sangro (Ch) –  Tel. 873913366


degustazione Cantine Mucci


Puglia, dal Salento al Gargano, tra terra e mare 
 dal 12 al 16 Giugno 2013
Itinerario di km 961 in 5 giorni/4 notti

>> Quota individuale di partecipazione:
Sistemazione in camera singola 595,00
Sistemazione in camera doppia 495,00

La quota comprende:
§  Accompagnatore (Tour Leader).
§  4 pernottamenti inclusa prima colazione
(Hotel Leone di Messapia; Masseria Protomastro; San Michele Palace)
§  4 cene, bevande incluse
(Hotel Leone di Messapia; Osteria casareccia Le Zie; Masseria Protomastro; Ristorante Medio Evo)
§  Visita guidata della città di Lecce
§  Visita e degustazione Consorzio Vini Produttori Manduria
§  Ingresso e visita guidata a Castel del Monte
§  Visita guidata di Alberobello
§  Visita e degustazione presso le Cantine Mucci
§  Carta stradale regionale Michelin 1/200.000, con percorso evidenziato.
§  Tracciatura percorso per sistemi satellitari Garmin.
§  A fine viaggio l’organizzazione invierà 20 scatti ricordo in alta risoluzione.

La quota non comprende:
pasti e bevande per il pranzo, tassa di soggiorno, carburante moto, spese inerenti la moto, pedaggi stradali, mance, extra e le spese personali. Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “la quota comprende”.

Opzionale su richiesta: Variazioni sul programma di viaggio.  

>> Iscrizioni, previa verifica disponibilità e raggiungimento partecipanti (12 persone), garantite fino al 13 maggio: previo versamento acconto di €125 sistemazione in camera doppia, €150  sistemazione in camera doppia uso singola.  Saldo entro il 29 maggio 2013.

>> Coordinate per effettuare il bonifico bancario:
c/c n. 12334.06 intestato a SL&A s.r.l. – Monte dei Paschi di Siena Roma
IBAN IT 83 S 01030 03384 000001233406
Nella causale citare il vostro nome, tipologia di camera e “Puglia, dal Gargano al Salento tra terra e mare – 12/16 giugno 2013”.

Al momento del pagamento si ritengono accettate le “Condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici” scaricabili dal sito www.talentiitaliani.it, sezione: unaltracosatravel/chi siamo.

 


>> Per informazioni e prenotazioni: un’altracosa travel (Diego)
tel. +39064741230 fax +390647823753  - e-mail: info@unaltracosatravel.it - www.talentiitaliani.it

>> Per informazioni: landsails (Giovanni)


























Nessun commento:

Posta un commento